Direttore Annunziata: chi i fascisti e chi la resistenza?

Direttore AnnunziataUna rodata novità da qualche settima sul blog di Beppe Grillo è la rubrica dei giornalisti del giorno.

Iniziativa tra le più criticate del megafono del MoVimento 5 Stelle degli ultimi tempi, accusato di stilare liste di proscrizione di stampo fascista.

Ancora oggi questo aggettivo è stato usato, e a conclusione dell’articolo suggerito come verità, dal Direttore Annunziata per i fatti accaduti in queste ultime ore.

Non lo accetto più. L’informazione non può essere così parziale e faziosa.

Oggi, dopo che la democrazia è morta, dopo che un organo istituzionale è stato declassato a passacarte di cittadini al di fuori delle istituzioni, di cui uno condannato in via definitiva per frode fiscale, un ladro della comunità, oggi osano accusare noi di fascismo.

Oggi, in pochi secondi, la Commissione Affari Costituzionali ha cercato di mettere al voto il passaggio in aula della legge elettorale. Le prime parole che si possono leggere sulla relativa pagina Wikipedia sono: “La commissione parlamentare è un organo collegiale del Parlamento della Repubblica Italiana”.

Cosa sarà mai un organo collegiale? Verifico anche questo: “organi il cui titolare non è una sola ma una pluralità di persone fisiche che formano un collegio, ossia che concorrono all’attività”.

Avete capito? Avete capito per cosa li paghiamo? A cosa serve pagarne 1000 se gli unici che lavorano sono due, un sindaco e un condannato?

Gentile Direttore Lucia Annunziata, chi sono i fascisti e chi è partigiano? Chi vuole che il Paese funzioni come i nostri Padri costituenti hanno progettato per proteggerci da un nuovo fascismo, e chi invece vuole decidere senza ascoltare la minoranza nelle sedi istituzionali preposte a questo scopo? Chi i fascisti? Chi la resistenza?

Precedente Presidente Boldrini, si dimetta immediatamente! Salvi la democrazia! Successivo La corte costituzionale ha sentenziato: l'Italicum è incostituzionale
  • Andrea Turra

    Gliel’hai spedita? 🙂